Percorsi ciclabili e pedonali, ciclovie e mobilità sostenibile protagoniste nella Valle dell’Ofanto


esistono finanziamenti per idee progettuali, ma c’è bisogno anche di intenzioni, consigli, vedute, di condivisione



Per mettere a confronto in forma diretta gli interessati territoriali in gioco nell’idea progettuale della “Ciclovia della Valle dell’Ofanto”, giovedì 23 maggio alle ore 17.30 presso il Palazzo di Città a Minervino Murge è stato organizzato un incontro al quale sono invitati tutti i portatori d’interesse del territorio, per la condivisione dell’idea progettualeda candidare all’“Avviso per la selezione di interventi finalizzati alla realizzazione di reti percorsi ciclabili e/o ciclopedonali in aree urbane e suburbane“ - P.O.R. Puglia FESR –FSE 2014-2020 – Asse IV – Azione 4.4.

 L’incontro, ha lo scopo di mettere a confronto in forma diretta gli interessi territoriali in gioco, delegando successivamente alla democrazia rappresentativa il compito di recepire le indicazioni assunte (metodo bottom up).

 A questo proposito, l’Agenzia per l’Occupazione e lo Sviluppo dell’Area Nord Barese Ofantina, in qualità di ente che fornisce assistenza tecnica al Comune di Minervino Murge (capofila del progetto “Ciclovia della Valle dell’Ofanto – 1° stralcio PNR Fiume Ofanto – Diga Locone-foce”) orientato insieme ai Comuni di Barletta, Canosa di Puglia e Spinazzola, ad aderire all’Avviso Pubblico per “interventi per l’aumento della mobilità sensibile nelle aree urbane e sub-urbane” finalizzati alla realizzazione di una rete di percorsi circolabili e/o ciclo pedonali sia su scala macro locale che di medio o lungo raggio, anche attraverso interventi di messa in sicurezza e/o segnalamento”, invita enti ed associazioni a partecipare all’incontro ed a sostenere l’intervento progettuale, diventandone partner e contribuendo alla realizzazione delle azioni complementari finalizzate alla maggiore fruizione della infrastruttura ciclabile da realizzare e all’integrazione sociale delle fasce di utenti svantaggiati (senza alcun onere a carico dell’aderente)

 L’Ente o associazione che vorrà aderire, parteciperà al progetto in qualità di “partner”, al fine di sostenere l’intervento progettuale, contribuendo alla realizzazione delle azioni complementari finalizzate alla maggiore fruizione della infrastruttura ciclabile da realizzare e all’integrazione sociale delle fasce di utenti svantaggiati



Pubblicata martedì 21 maggio 2019 alle ore 16:01