Detenuti a scuola di giardinaggio


Parte il nuovo corso di formazione destinato ai detenuti della Casa circondariale di Trani



Dalle sbarre ai fiori, dal carcere ai giardini: è l’obiettivo del nuovo corso di formazione destinato ai detenuti della Casa circondariale di Trani. Si tratta di una serie di “lezioni” il cui ciclo è partito nei giorni scorsi, e che servirà per acquisire le competenze di “operatore per la realizzazione e la manutenzione dei giardini”. Il corso è realizzato da Irsea, l’istituto di ricerca e formazione di Bisceglie, in collaborazione con la Comunità Oasi2 San Francesco Onlus.

Speciali alunni di questo corso di formazione sono 10 detenuti della casa circondariale di Trani, che stanno partecipando a questo percorso (della durata complessiva di 900 ore) che nasce con l'intento di offrire ai detenuti stessi una serie di competenze professionali, dalla potatura alla manutenzione del verde pubblico, spendibili nel mondo del lavoro dopo la permanenza in carcere. Le attività sono finanziate dalla Regione Puglia e dal Ministero della Giustizia. 

Da sottolineare che insieme alla Comunità Oasi2, saranno coinvolti nel progetto partner pubblici e privati: l'ufficio di Piano dell'ambito Trani-Bisceglie e Barletta, il Patto Territoriale per l'Occupazione Nord-barese Ofantino, le associazioni Cittadinanza Attiva e Nova e l'azienda Floralia. Tutte queste, insieme, concorreranno alla definizione di un percorso che comprende attività pratiche e laboratoriali, di orientamento, accompagnamento e reinserimento lavorativo in percorsi di legalità.

Gli operatori della Comunità Oasi2 si occuperanno, in particolare, di tutoraggio, orientamento e accompagnamento, ma anche sostegno psicologico, in continuità con quanto già realizzato nel centro sociale e rieducativo per persone sottoposte a misure alternative al carcere, gestito proprio da Oasi2 per conto dell'ufficio di Piano Trani-Bisceglie.



Pubblicata giovedì 12 aprile 2018 alle ore 16:24